Vai alla navigazione principale Vai al contenuto Vai al piè di pagina
Torna a Blog

Introduzione alla National Gallery

a room with a wooden floor
Alla National Gallery di Londra si trovano centinaia dei più famosi e affascinanti dipinti al mondo, nella visita seguiamo un’ordine cronologico che ci da’ una panoramica della Storia dell’Arte occidentale da una prospettiva davvero privilegiata. Partiamo dai dipinti di Cimabue e Giotto, sulle cui tavole per la prima volta si affacciano i sentimenti e la ricerca di naturalismo, fino ai quadri di Van Gogh e degli impressionisti, letteralmente sconvolti dai colori, trionfo di visioni profondamente soggettive. La National Gallery da’ la possibilità unica di mettere a confronto artisti e scuole diverse, si possono ammirare ad esempio uno accanto all’altro gli sviluppi del Rinascimento olandese e di quello italiano, di cui gli spazi della galleria sono forse i più esaustivi al mondo, presentando opere fondamentali di Leonardo, Michelangelo, Raffaello, Tiziano e Correggio.

Al contrario degli altri grandi musei internazionali, la National Gallery non ha come nucleo una collezione reale, bensì un dono. Nel 1823 il paesaggista e collezionista d’arte, Sir George Beaumont, promise la sua collezione di dipinti al paese, tuttavia i primi quadri della National Gallery giunsero da un banchiere e collezionista di nome John Julius Angerstein. Nel 1824 la Camera dei Comuni acquistò la collezione di Angerstein che comprendeva dipinti di Claude, Rembrandt e Van Dyck. I fondatori volevano una galleria che educasse e ispirasse i giovani artisti e che fosse accessibile a tutti. La moderna National Gallery continua a onorare i propositi originari: preservare e garantire il benessere della collezione nazionale di dipinti per le generazioni future, mantenendone gratuito l’accesso da parte del pubblico.

La galleria fu situata al centro di Londra in Trafalgar Square così che fosse facile visitarla sia da ovest che da est e lo è tuttora per i 4 milioni di persone che la visitano ogni anno, dall’Inghilterra, da tutto il mondo e dagli stessi londinesi. I visitatori hanno l’opportunità di scegliere tra numerose attività quali mostre temporanee, seminari, conferenze, dibattiti e ingresso serale il venerdì.

La National Gallery è in continua evoluzione: la sua collezione si espande a mano a mano che nuove opere vengono acquisite, prese in prestito o lasciate alla nazione. La galleria si tiene al passo con le continue necessità di cambiamento delle collezioni e dei visitatori; i dipinti richiedono un’attenzione scientifica e una conservazione costante, mentre i visitatori hanno bisogno di spazi per l’orientamento, il relax e il ristoro.

La visita della National Gallery è stata una delle nostre prime opzioni di tour, possiamo proporvi un focus di 2 ore sollo sulle collezioni, oppure possiamo abbinare la visita della pinacoteca con la zona circostante di Westminter nel tour Westminster e visita alla National Gallery.  Un’altra bella idea è svolgere la visita il Venerdi sera quando la galleria rimane aperta fino a tardi.