Vai alla navigazione principale Vai al contenuto Vai al piè di pagina
Torna a Blog

Buckingham Palace

a group of people standing in front of a large building with Buckingham Palace in the background

Buckingham Palace è l’attuale residenza della Regina Elisabetta.

Il nome deriva dal duca di Buckingham e Normandy, John Sheffield, che nel 1703 decise di costruire l’edificio come sua residenza di campagna, dato che all’epoca la città non comprendeva ancora l’attuale zona di Westminster. Nel 1762 la residenza venne però venduta al re Giorgio III che la trasformò in residenza privata della famiglia reale, in particolare per la moglie, la Regina Carlotta.

Nel 1818 morì la Regina Carlotta e solo 2 anni dopo anche il Re Giorgio III, così il figlio Giorgio IV decise di trasformare la residenza in vero e proprio palazzo reale.

Il progetto dell’architetto John Nash prevedeva la costruzione di un grande palazzo con la Buckingham House al centro e un grande cortile d’onore quadrato.

La facciata venne costruita in pietra di Bath, in stile neoclassico. Alla morte di Giorgio IV, il progetto fu portato avanti dal suo successore Guglielmo IV che assunse un altro architetto, il quale seguì le linee indicate da Nash ma progettò un edificio meno elaborato e più sobrio. Nonostante i sovrani ricevessero gli ospiti nella sale di rappresentanza appena terminate, questi non vissero mai nel palazzo, preferendo restare a Clarence House, la residenza londinese che avevano fatto costruire prima di salire al trono.

a group of people walking in front of a building

Con l’ascesa al trono della Regina Vittoria, nel 1837, il palazzo divenne la nuova residenza reale del sovrano inglese.

Il palazzo presentava pero’ enormi problemi strutturali: le cronache raccontano che i camini erano mal funzionanti e che disperdevano fumo in tutto il palazzo; le lampade a gas portarono ad un accumulo preoccupante di gas nei piani inferiori ed in più il personale di servizio era negligente e pigro e di conseguenza il palazzo risultava sempre sporco.

Dopo il matrimonio della Regina con il Principe Alberto nel 1840, quest’ultimo si preoccupò di risolvere tali problemi e riorganizzare il personale.

La facciata pubblica del palazzo reale venne costruita anch’essa dopo il matrimonio della Regina Vittoria con il Principe Alberto. Prima della morte del principe Alberto, la regina Vittoria amava molto la musica e il ballo. I grandi musicisti dell’epoca vennero più volte invitati a suonare a Buckingham Palace. Durante questo periodo Buckingham Palace divenne spesso lo scenario di balli sontuosi, di cerimonie reali, di investiture e di rappresentazioni teatrali.

Dopo la morte del Principe però, la Regina decise di ritirarsi dalla vita pubblica e andò a vivere al Castello di Windsor. Buckingham Palace, essendo usato raramente, cadde in declino.

Nel 1901, con l’ascesa al trono del Re Edoardo VII, il palazzo ritornò a splendere. La vita di corte era tornata quella di un tempo e a palazzo venivano ospitate feste e banchetti in grande stile. L’interno del palazzo venne totalmente ridecorato in stile Belle Epoque, con i soffitti delle gallerie decorate color crema ed oro, colori che hanno mantenuto tuttora.

a body of water surrounded by trees

Gli ultimi lavori di costruzione vennero effettuati durante il regno di Giorgio V che, nel 1916 incaricò Sir Aston Webb di ridisegnare la facciata: questa venne realizzata in pietra di Portland e doveva servire da sfondo al grande monumento dedicato alla Regina Vittoria, che svetta proprio davanti l’ingresso.

Il palazzo, residenza del re Giorgio V e della moglie, la Regina Maria, uscì dalla prima guerra mondiale quasi completamente indenne, anche se i contenuti più preziosi vennero spostati per sicurezza al Castello di Windsor.

Andò però peggio durante la Seconda Guerra Mondiale, quando il Buckingham Palace subì numerosi bombardamenti (almeno sette). I danni però non furono irreparabili e subito dopo la fine della guerra il palazzo ritorno’ alla sua magnificenza.

Attualmente Buckingham Palace ospita una della tradizioni inglesi più note al mondo: il cambio della guardia. La cerimonia si svolge tutti i giorni alle ore 11.30 da Aprile fino a fine Luglio e a giorni alterni il resto dell’anno, tempo permettendo. Le nuove guardie arrivano accompagnate da una fanfara che percorre il lungo viale che arriva fino all’ingresso della residenza reale. Il resto della cerimonia si svolge all’interno del cortile del palazzo e dura circa 40 minuti. Per ulteriori informazioni su orari del cambio della guardia e per conoscere i giorni in cui si tiene, si consulti il sito www.royal.gov.uk.

Il palazzo fa naturalmente parte di cosa vedere a Londra in 3 giorni che è un interessante articolo che abbiamo scritto per te se visiti la capitale in tre giorni, alternando posti famosi come appunto la residenza della regina con altri poco o niente conosciuti per darti la possibilità di visitare Londra fuori dagli schemi.

Dove si trova Buckingham Palace?

La stazione della Metro di Buckingham Palace è Green Park e collega tre linee, la Piccadilly Line, la Victoria Line e la Jubilee Line.

Come fare per visitare Buckingham Palace?
I Biglietti possono essere acquistati online dal sito www.royalcollection.org.uk , se vuoi raccogliere tutte le informarmazioni per la visita di Buckingham e sapere cosa vedrai all’interno segui il link e leggi il nostro articolo

Quanto dura la visita?

La visita nel palazzo dura circa 2 – 2,5 ore.

Orari Buckingham Palace 5 Agosto – 31 Agosto 2017: 09:15 – 19:45 (ultimo ingresso alle 17:15)

1° Settembre – 24 Settembre 2017: 9.15 – 18.45 (ultimo ingresso alle 16.15)

 

Skip to toolbar