Tour di Londra in italiano

Intervista a Caterina Voltolini

Siamo felicissimi di aver intervistato un'artista speciale ed autentica, una ragazza che ha un mondo bellissimo da raccontare e lo fa in punta di piedi, attraverso le sue opere, lontana dal rumore assordante dei social network

Cosa ti ha spinto a Londra?
Mi sono trasferita a Londra per vari motivi, provo a sintetizzare. Innanzitutto avevo necessità di vivere la famigerata "esperienza all'estero", che ritengo indispensabile rispetto a formazione e maturazione di ogni individuo. In secondo luogo, volevo immergermi in un contesto completamente diverso rispetto a quello in cui sono cresciuta; sono molteplici i fattori che determinano la distanza dell'ambiente anglosassone dalla cultura italiana. Infine, data la situazione che affligge ogni giovane italiano (ancor peggio se artista e di sesso femminile), mi sentivo paralizzata da un senso di impotenza e frustrazione quasi intollerabile. Naturalmente il desiderio di intraprendere la carriera artistica ha svolto un ruolo cruciale nella mia decisione di partire.
Come hai trovato il Chelsea College?
Volendo concludere il mio percorso universitario con un Master a Londra, ho cercato di reperire le informazioni necessarie. In Italia è molto famosa la Central Saint Martins che, come il Chelsea, appartiene alla University of the Arts: le mie indagini sono partite da lì. Approfondendo un pò le ricerche, ho capito che la prima è particolarmente indirizzata verso il fashion design, mentre la seconda ? rinomata per il corso di fine arts.
Qual'è la tua galleria d’arte preferita a Londra? Perchè?
Trovo sempre molta difficoltà ad essere così categorica... In ogni caso, se intendi gallerie commerciali, apprezzo molto la neonata (in territorio londinese) Zwirner Gallery. Gli artisti proposti sono quasi sempre interessanti; lo spazio espositivo è piccolo, e per questo abbastanza "intimo", ma sviluppandosi su più piani consente una buona strutturazione della mostra.
Che valore ha la concentrazione nella tua vita?
Fondativo. (Purtroppo) sono una persona alquanto cervellotica... Se vi è un coinvolgimento reale, ogni esperienza (di pensiero, estetica, emotiva, intellettuale) mi assorbe, a volte in modo totalitario.
Cosa ne pensi di un’occasione in cui gli artisti italiani che vivono a Londra s’incontrino?
Credo sia un'ottima iniziativa. Londra è animata da una pulsazione centripeta ed una centrifuga: tutti (si) precipitano nella City per lavoro o altro, per poi disperdersi nuovamente in altre aree di Londra stessa, dell'Inghilterra, dell'Europa o del mondo. Stabilire un punto di contatto tra gli artisti italiani potrebbe essere un'occasione di scambi, socializzazioni e crescite.
Per quale motivo non hai facebook o un profilo personale d’artista sul web?
... Credo sia uno dei miei difetti "professionali" più consistenti. Non si tratta di snobismo, è semplicemente una questione caratteriale-con conseguenze autolesioniste. Sono una persona piuttosto autentica, e "mettermi in vetrina", mostrarmi e denudarmi in quel modo non mi appartiene... Mi troverei molto a disagio, già fatico a mostrare i miei lavori!!! Sono consapevole dell'importanza di questa apertura... Sarebbe un travaglio notevole, ma forse farò un sito web. Anzi, qualcun altro lo farà per me!!! Forse...
Inoltre non intercorre un rapporto idilliaco tra me e la tecnologia...
A quale mostra in italia ti è piaciuto di più esporre? Perchè?
A volte la qualità delle persone determina la qualità del prodotto, anche per quanto riguarda mostre d'arte. Ma preferirei non esplicitare preferenze...!
Cosa vuol dire essere un’artista emigrata?
Personalmente, benchè per motivi diversi, ritengo sia faticoso quanto essere un'artista in Italia. Vivere in un paese altro rispetto al proprio significa doversi ricercare continuamente in nuovi spazi, nuove immagini, nuove dimesioni, nuove relazioni. Credo sia indispensabile aprirsi a e confrontarsi con ciò che non ci appartiene, è formativo. Tuttavia, integrarsi con l'ambiente che ci accoglie ed integrare gli elementi costituenti tale ambiente con il nostro essere non è un semplice gioco di incastro. Durante l'esperienza londinese ho maturato la consapevolezza di avere una forte identità culturale; per questo il mio lavoro (inteso come processo creativo) esige un contesto idoneo in cui svilupparsi. Per questo, una volta arricchitami, ho sentito la necessità di tornare.
Oltre la filosofia cos’altro ispira la tua vena creativa?
Risposta banalissima: il mio vivere. Leggo, penso e soprattutto osservo molto. Cerco di non essere impermeabile a nulla, quindi qualsiasi cosa, potenzialmente, funge da ispirazione. Sono le relazioni che si stabiliscono tra esperienze (visive e non) a generare un'idea che si concretizzerà in un'opera.
Quali sono state le tappe fondamentali nel tuo percorso artistico?
In primo luogo, il sentire l'appartenenza ad una determinata cultura senza averne la consapevolezza razionale. Da piccolina ero estremamente affascinata dall'intelligenza di certi personaggi di cui mi narravano le storie. In particolare Ulisse, il mio eroe da sempre (colpa di mio padre che raccontava di come egli prese in giro quel fesso di Polifemo...). Secondariamente, lo studio dei classici durante gli anni del liceo. Terzo, l'incontro con Parmigianino durante una lezione di italiano sul Marino. Infine, la decisione di iscrivermi a filosofia e gli studi di estetica.
Come vedi l'esperienza londinese alla luce del tuo rientro in Italia?
Attraverso sentimenti di soddisfazione, nostalgia, tenerezza, sollievo, orgoglio, dispiacere. È stato di fondamentale importanza, per me, vivere un'esperienza cosí alienante, intensa e formativa.
Qual'è stata la tua più' grande soddisfazione in campo artistico?
Mmh... Sarei già abbastanza banale se dicessi che non c'è ancora stata, ma sarò ancora più banale: sono un'angosciata insoddisfatta, temo non ci sarà mai...
In cosa stai concentrando maggiormente le tue energie nel presente?
Nel vivere con serenità, principalmente e soprattutto rispetto al mio lavoro. È impossibile!!!

 

Indirizzo email di Caterina: caterina.iv@hotmail.it

 

Francesco e Marina

Prezzi Visite

£30 a persona
Gratis fino a 18 anni

Durata 4 ore

Mattina o pomeriggio

Disponibile guida giornaliera
e tour privati personalizzati

Ingressi Gratuiti

Prenota
la tua
guida!

Contattaci su Skype cliccando su Call! Saremo lieti di darti tutte le informazioni che desideri su Londra e le nostre guide...

Transfer Aeroportuali
Prenota il tuo trasferimento aeroportuale...

Alloggi Vacanza a Londra
Alloggi accuratamente selezionati, dalle soluzioni low cost a quelle più ricercate, adatti alle coppie come ai gruppi...