Vai alla navigazione principale Vai al contenuto Vai al piè di pagina
Torna a Blog

Rotherhithe: sulle tracce del MayFlower

a bridge over a body of water with a city in the background

Se vi trovate a osservare una cartina della mappa di Londra, noterete che presto sulla parte destra della mappa il Tamigi inizia una curvatura che porta successivamente alla Isle of Dogs, sede della famosa Canary Wharf.
Di questa piccola prima curva vorrei parlarvi oggi, non di Canary Wharf o di Greenwich, di cui probabilmente molti dei nostri lettori sanno già abbastanza. Questa prima incrinatura del fiume forma una penisola che si chiama Rotherhithe. Nome di difficile pronuncia ai più, Rotherhithe è passato alla storia per un evento cardine della storia umana, ossia la partenza del famoso veliero Mayflower, capitanato da Christopher Jones, che guidò i Padri Pellegrini sulle coste Americane. Per la sua posizione sulle rive del fiume, la storia di Rotherhithe non può che essere una storia marittima. Conosciuta già ai tempi degli Anglo-Sassoni, divenne nota nel XVII Secolo, quando Londra divenne tra le potenze marittime più forti del mondo, dai cui porti – i famosi Docks – partivano e arrivavano i prodotti da tutto il mondo. Rotherhithe è oggi un quartiere residenziale dove si intrecciano canali e dove domina il verde dei suoi parchi e una tranquilla atmosfera.

a church with a clock on the side of a building

Durante il Seicento, i Padri Pellegrini erano un gruppo di cittadini inglesi di fede Cristiana Puritana, perseguitati in patria, che volevano lasciare il paese per cercare fortuna nelle terre oltreoceano. Fu proprio nel 1620 che essi decisero di lasciare l’Inghilterra per raggiungere le coste americane. Sebbene nelle cronache ufficiali il luogo di partenza è considerato Southampton, non tutti sanno che in realtà il luogo da cui il Mayflower salpò fu proprio Rortherhite. I padri pellegrini arrivarono a Cape Code e si insediarono nella zona che verrà poi nominata Plymouth. Un anno più tardi, nel 1621, i padri pellegrini, assieme ai nativi americani, condivisero il raccolto in una conviviale cena. Fu la prima Festa del Ringraziamento della Storia.

Se vi addentrate nelle piccole vie di questo bellissimo quartiere troverete la piccola St. Mary Church, che commemora la partenza dei padri pellegrini con una targa. Se poi, in perfetto stile inglese, sentirete il bisogno di una birra fresca, sulle rive dei fiume troverete il Mayflower Pub. Considerato il più antico pub a picco sul Tamigi, è un vero incanto per gli amanti dei pub inglesi e delle loro atmosfere. Grazie alle sue palafitte sul fiume potrete ammirare una vista stupefacente sul Tower Bridge e lo Shard. Vedrete inoltre sventolare la bandiera Britannica, assieme a quella Statunitense a riprova del sodalizio tra Rotherhithe e gli Stati Uniti! A Rotherhithe ha inoltre sede il Brunel Museum, dedicato all’omonimo ingegnere che progettò il tunnel che collega le due sponde dei Tamigi che si trova proprio a Rotherhithe. Se non siete interessati al museo, vale la pena godere della bella terrazza sul tetto, dove ogni weekend gli abitanti del quartiere si gustano un buon aperitivo.

a pub front at day

Se invece siete tipi a cui non piace stare fermi, la passeggiata lungo le rive del Tamigi è un’esperienza mozzafiato! Se camminate verso ovest, in soli 20 minuti (consigliatissimo al tramonto), raggiungerete Tower Birdge. Se decidete invece di camminare in direzione Est, avrete una magnifica vista sulla famosa Canary Wharf, sede del circuito finanziario di Londra! Motivi per cui visitare Rotherhithe: il Mayflower pub, la passeggiata lungo il Tamigi, i canali e la banchina di Surrey Quays. Rotherhtihe è raggiungibile con la Jubilee line, fermata Canada Water o con la linea Overgound, fermata Rotherhithe.

Claudia Nardini